Europa,  Porto,  Portogallo

Porto e dintorni, cosa visitare!

Una delle tappe imperdibili del Portogallo è sicuramente Porto; con le sue casette colorate ricoperte da azulejos, i suoi monumenti antichi, ed i ponti con vista sul fiume Duero, ne rimarrete affascinati! E’ una città che si visita tranquillamente a piedi, a meno che vogliate spostarvi dal centro alla zona di Foz Do Douro.

La vecchia città romanica ora ha un aspetto ricco di storia ed arte. Ideale per un week end romantico o all’insegna degli assaggi eno-gastronomici tra le varie cantine, è una città viva in cui perdersi. Divisa in quartieri, ma unita dal fascino antico e colorato dei suoi azulejos, Porto si trova sulla foce del fiume Douro o Duero, in una delle valli più verdi e fiorenti del Portogallo: la valle del Douro, dove viene prodotto il famoso vino Porto. Viene chiamata anche “la capitale do norte” per indicare la rilevanza commerciale e industriale che ha nel nord del Paese.

Vista del Ponte Dom Luís

Oporto nord

Proseguiamo il nostro viaggio on the road nella seconda città più importante del Portogallo. Stazioniamo a Porto, in un hotel in pieno centro, vicino alla Igreja de Santo Ildefonso, in Praça da Batalha. In questa zona purtroppo non ci sono molti parcheggi, ma fortunatamente abbiamo il parcheggio al coperto, convenzionato con l’hotel, a circa 400 metri. Risalendo Rua de Santa Catarina verso nord, si accede alla zona commerciale della città, questa via è una delle più frequentate per lo shopping e la vita mondana; qui è possibile visitare e prendere un the nel famoso Majestic cafè. Proseguendo, si arriva al Via Catarina shopping center, un centro commerciale famoso per le statue raffiguranti uomini e donne appese sulla parete all’esterno. All’incrocio con la Rua de Fernandes Tomàs si incontra una delle chiese più suggestive per via degli azulejos che la ricoprono interamente, la Capela das Almas.

Percorrendo la via verso ovest, si raggiunge la Igreja da Trinidade, una delle più imponenti di Porto, e davanti a questa è stato costruito il Paços do Concelho, il palazzo del consiglio comunale, che costruito in marmo e granito, domina tutta la piazza. Qui si estende l’Avenida dos Aliados, contornata da diversi edifici speculari, fino ad arrivare all’ Estatua de Pedro IV. Questa zona è una delle più belle e di recente costruzione, infatti gli edifici risalgono alla metà del 1900. A due passi da qui si trova una delle più caratteristiche stazioni ferroviarie: la Sao Bento. Costruita nel IX secolo sulle rovine di un vecchio convento, questa stazione vanta delle pareti decorate con più di 20.000 azulejos, raffiguranti la storia del Portogallo, davvero uno spettacolo!

La Stazione Sao Bento

Zona Ovest di Porto

Proseguendo in Rua dos Clerigos, verso ovest, si arriva alla Igreja e Torre dos Clerigos, un’imponente costruzione con una torre alta più di 75 metri, che domina la città. Un’opera barocca concepita dall’italiano Nicola Nasoni, dove all’interno è possibile visitare opere religiose e salire sulla torre, per godere della vista sull’intera città. Non molto lontano è situata la famosa Livraria da Lello e Irmao, la libreria più antica di Porto e la più scenica. In zona si trova una bellissima piazza, la Praça de Gomes Teixeira, contornata dalla fontana Fonte Leoes e dalla Igreja do Carmo. Davanti alla Torre dos Clerigos, è stato realizzato il Museo di Storia Naturale e la facoltà di Scienze, che si affaccia su di un enorme parco: il Jardim da Cordoaria, ricco di alberi e statue. Qui è possibile prendere il Tram 18 che porta fino al Pavilhao Rosa Mota ed i suoi incantevoli giardini del palazzo di cristallo; tra pavoni, laghetti e terrazze sul fiume, questo è il posto ideale per rilassarsi. In zona si trovano anche il Museu Romantico restaurato nel 2017 ed il Museo del Vinho do Porto.

Al momento della nostra visita alla Livraria da Lello, per via della pandemia, è stato possibile sostare all’interno solo 20-30 minuti e presumibilmente, sempre a causa delle norme anti-covid, abbiamo dovuto acquistare il biglietto d’ingresso (al costo di 5 € a persona), in internet tramite Paypal, durante l’attesa in fila fuori dalla Libreria.

Livraria Lello e Irmao

Ribeira

Arriviamo nel tardo pomeriggio in città, e dopo aver lasciato la macchina, decidiamo di passare la nostra serata in zona Ribeira. Arriviamo giusto in tempo per vedere il sole che comincia a calare e il cielo colorato di rosa. E’ il centro storico della città, un agglomerato di vicoli, strettoie e ristorantini. È il quartiere più caratteristico e antico, risale all’impero romano e al medioevo, infatti è piastrellato di ciottoli e le strade sono molto ripide e strette. Anche le case costruite con granito locale sono alte e strette, tutte dipinte di colori sgargianti. Risalendo dai suoi vicoli si può arrivare fino all’antica cattedrale, mentre proseguendo verso la foce, si arriva alla Praça do Infante Henrique, dominata dall’omonima statua e circondata dal Palàcio da Bolsa, dal Mercado Ferreira Borges (antico mercato diventato luogo di concerti) e dall’Igreja de Nicolau. Passando il Ponte Luis I, si ammira Porto in tutto il suo splendore. Essendo stata costruita su una collina è possibile vedere la cattedrale che si trova sul punto più alto della città. In questa zona, come anche nell’altra sponda del fiume (Ribeira), ci sono diversi ristorantini tipici.

All’interno del Palàcio da Bolsa è possibile fare un tour guidato in Portoghese, Inglese, Francese e Spagnolo, al costo di 10 € a persona. Mentre l’ingresso al Mercado Ferreira Borges e all’Igreja de Nicolau è gratuito.

Ribeira

Sé – la Cattedrale di Porto

Vicino alla Ribeira, ma situata al di là del ponte, parte l’antica Muralha Fernandina, la vecchia muraglia medievale che cintava la città. Parallelo a questa, circola il tram che dal fiume vi porterà fino all’inizio della muraglia. Salendo da Rua de Saraiva de Carvalho verso Casa da Camara, si arriva nella zona . In questo quartiere sorge l’imponente cattedrale con un porticato ricoperto di azulejos ed un piazzale con vista sul fiume e sulla città. Nel piazzale si erge il Pelourinho, un antico obelisco simbolo della gogna. Un altro imponente palazzo vicino alla cattedrale è il Paço Episcopal, il lussuoso palazzo episcopale con un ingresso decorato di dipinti e totalmente colorato di rosa.

L’ingresso alla cattedrale Sè e al palazzo costa 6 € a persona per entrambe le attrazioni. La visita durerà circa 2 orette e ve la consigliamo, in quanto, questi due palazzi sono una vera chicca visti dall’interno.

Palazzo episcopale

Alla Foce del Duero

Arrivando alla foce del fiume (ci si può arrivare tramite il tram 1), ci si imbatte nel monumentale Forte de Sao J. Baptista da Foz, ora diventato una struttura militare. Noi ci siamo arrivate nel tardo pomeriggio ed è stato uno spettacolo vederlo illuminato con il calare del sole. Facendo una passeggiata lungo la foce si arriva al Farol de S. Miguel, il faro posto all’ingresso di una conca, con arenate delle caratteristiche barchette di pescatori. Questo è il più antico faro del Portogallo e uno dei più vecchi in Europa, che fu disegnato da un architetto italiano e completato nella prima metà del 1500.

VILA NOVA DE GAIA

Passando nella parte meridionale del fiume, ci si ritrova nella cittadina vinicola di Vila Nova de Gaia. E’ qui che si trovano diverse cantine e aziende che si occupano dell’imbottigliamento e distribuzione del Porto, il famoso vino. Attraversando il Ponte Luis I dalla parte superiore (dove passa la metro), ci si ritrova davanti al Mosteiro da Serra di Pilar, un antico monastero che domina la collina con uno dei più affascinanti miradouro di Porto, infatti da qui avrete una strepitosa vista sulla città. La sua chiesa ed il chiostro sono unici nel genere ed hanno una forma a cerchio, l’unica in Portogallo. La parte laterale del monastero ora è sede del Reggimento di Artiglieria. Davanti alla chiesa è stato costruito un bellissimo giardino ed è proprio da qui che parte la teleferica che porta nella parte bassa della città. Scendendo dalla teleferica, ci si ritrova sul lungo fiume tra ristoranti tipici portoghesi, costruiti in vecchie cantine, mentre sul versante del fiume troverete delle piccole ma caratteristiche imbarcazioni che servivano per il trasporto del vino da una sponda all’altra del fiume. Noi ci addentriamo verso i ristoranti, tra un reticolato di viette ciottolate, che tra una cantina e l’altra ci portano alla famosa opera d’arte “Half Rabbit“, il gigantesco coniglio costruito con materiale da recupero dell’artista Bordalo II, da non perdere!

La teleferica è un mezzo per ammirare la città dall’alto, ma se volete, potete scendere nella parte bassa della città tranquillamente anche a piedi. Il prezzo per sola andata è di 6 €, ma se aggiungete il ritorno, pagherete 9 € a persona.

Half rabbit

MATOSINHOS e PISCINA DA MARES

A pochi kilometri dal centro città c’è una delle più belle località di mare della provincia: Matosinhos. In questa località sull’oceano, sono presenti diverse spiagge di sabbia ad accesso libero, le più famose sono a Leça da Palmeira. E’ presente una pista ciclo-pedonale che segue tutta la costa; inoltre è presente una piscina sul mare riempita con acqua dell’oceano ma meno fredda, dove è possibile fare il bagno con circa 6 € a persona (al momento della nostra visita era in ristrutturazione). Si può fare una visita ad una antica cappella: la Capela de Boa Nova, costruita su un piccolo promontorio che dona una spettacolare vista sulla costa. La spiaggia è attrezzata con diversi ristoranti e bar con bagni e spogliatoi.

Leça da Palmeira

Se vi interessa risparmiare sulle attrazioni di questa città, qui vi lasciamo il sito ufficiale per l’acquisto della Porto Card.

Siete mai stati in questa città del Portogallo? Siamo curiose di sapere cosa ne pensate, quindi se vi va di raccontarci la vostra esperienza, potete farlo qui sotto nei commenti 😝

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *