Europa,  Lisbona,  Portogallo

Su e giù per Lisbona

Lisbona è una città dai mille colori, in ogni angolo verso cui vi volterete troverete una casa colorata, un tram giallo, o un negozio di Pasteis. Vi perderete tra i suoi vicoli ciottolati e vi innamorerete dei suoi tramonti sul Tago. Questa metropoli affascina sotto diversi punti di vista, noi cercheremo di farvi scoprire la sua essenza. Dalla torre di Belém al ponte 25 Abril, dal castello di Sao Jorge ai Miradouros, vi faremo conoscere le attrazioni più importanti e i suoi quartieri artistici. Preparatevi per delle camminate Su e giù per i suoi colli, detti “i sette giganti”. A fine viaggio i vostri quadricipiti saranno tremolanti ma super tonici!

Il famoso Tram n°28

Belém:

Un quartiere situato in riva all’estuario del Tago, parcheggiamo l’auto vicino al Museu do Combatente e ci incamminiamo verso il Forte de Bom Sucesso e Memorial, dedicati ai soldati e aviatori che hanno combattuto nelle varie guerre portoghesi. Si può visitare gratuitamente il memorial e la cappella, mentre per il museo il costo è di 4€.

Si prosegue verso la Torre de Belém, un forte in stile manuelino, che serviva agli esploratori portoghesi sia come fortezza che come porto, è patrimonio dell’UNESCO. Per potervi accedere al suo interno si attraversa una passerella con il ponte levatoio e il costo del biglietto è di 8,50€ ma noi abbiamo rinunciato per via della lunga coda. Passeggiando lungo il fiume arriviamo al Padrao dos Descobrimentos, una torre monumentale in pietra bianca, dedicata all’era delle scoperte. Decidiamo di salire sulla torre (al costo di 6€ o 3€ ridotto sotto i 25 anni) tramite un ascensore interno, per godere della vista a 360° su Belém.

Proseguiamo la camminata verso il Jardim da Praca do Perio con le sue sterlizie e fontane, per arrivare al Monastero dos Jeronimos, un imponente struttura in stile manuelino e tardo-gotico; costruito nel 1500 per celebrare il ritorno di Vasco da Gama dopo la scoperta della rotta nautica per l’India. È una delle attrazioni turistiche più importanti di Lisbona, il costo d’ingesso è di 10€.

Concludiamo la visita a Belém addentrandoci nelle viette del quartiere e gustandoci il tipico Pasteis de Belém. Per chi volesse è presente anche un giardino botanico tropicale, il centro culturale, il museo de Marinha e un interessante museo delle carrozze.

I padri delle scoperte

Rossio & Baixa:

Rossio è un quartiere nel pieno centro di Lisbona, dove noi abbiamo scelto di soggiornare.

Ci dirigiamo verso la sua grande piazza, la Praca de D. Pedro IV, piastrellata con mattonelle bianche e nere che creano un movimento ondulante. Qui si sono svolte molte attività tipiche portoghesi e comizi politici. A nord della piazza troviamo il Teatro Nazionale di Maria II, scendiamo per Rua do Ouro fino a trovarci all’Elevador de Santa Justa, un ascensore in ferro e decorato con motivi gotici, alla vista stupendo e il prezzo per salire in cima è di 5,30€. Noi anziché prendere l’ascensore decidiamo di farci una bella camminata tutta in salita verso il Convento do Carmo, a metà tra i quartieri Rossio e Chiado. L’ingresso al convento costa 5€ e ne vale veramente la pena, rimarrete stupiti dal suo interno completamente senza tetto, infatti non fu più ricostruito dopo il terremoto e l’abbandono dei frati.

La Baixa è un quartiere situato sul fiume; passando da Rua Augusta, un grande viale ricco di negozi e ristoranti, vi troverete davanti all’Arco de Rua Augusta. Questo arco è simbolo della rinascita di Lisbona dopo il terremoto del 1755; troverete scritta la frase in latino “Le virtù dei più grandi” per indicare le conquiste portoghesi. Volendo si può salire sull’arco per ammirare la piazza dall’alto. Passando sotto l’arco arriverete alla Praca do comercio, una grandissima piazza dove, prima del terremoto, si ergeva il Palazzo reale e da qui, attraversando la strada si arriva a Cais das Colunas, una terrazza sul fiume, con due colonne, l’entrata dei nobili alla Città.

Convento do Carmo

Mouraria & Alfama:

Il quartiere di Mouraria è situato sul colle Sao Jorge, noi ci armiamo di scarpe da ginnastica e saliamo a piedi le scalette che portano fino al Castello di S. Jorge. Arrivate in cima ci imbattiamo nella cinta muraria che sorpassiamo, fino ad arrivare al cancello d’ingresso; il costo è di 10€ o di 5€ ridotto sotto i 25 anni. Internamente ci si trova in una piazza ciottolata, ricca di sculture, fontane e pavoni in libertà, facciamo qualche foto al paesaggio dalle mura e ci dirigiamo verso la parte interna del castello, salendo sulle sue torrette. La vista di Lisbona dall’alto del castello è meravigliosa, da qui si vedono centinaia di tetti, il fiume, il ponte rosso e i colli lisbonesi.

Usciamo dal castello per immergerci nelle viette del borgo, piene di colori, street art e ristorantini. Camminiamo fino ad arrivare al Miradouro da Graça dove c’è una bellissima visuale sul castello S. Jorge e dove si trova il Convento da Graça, ci fermiamo per un pranzo veloce in una piazzetta vicina, per poi scendere verso Alfama.

Nella discesa passiamo da una pittoresca via con scalette colorate, Rua Dalias, dove troviamo anche il colorato Miradouro Santa Luzia, una vivace terrazza decorata con fiori e azulejos blu, da qui ammirerete un tramonto super romantico. Riprendiamo la discesa per trovarci alla Sé Catedral di Santa Maria Maggiore, l’immensa cattedrale dai decori barocchi, lì accanto troviamo delle scalette che ci portano a Casa dos Bicos – fondazione josé Saramago, una dimora storica, mentre spingendovi più a Est troverete anche il museo del Fado.

Castello di Sao Jorge

Chiado, Bairro alto & Rato:

A nord-ovest di Lisbona si trova il quartiere di Rato, un quartiere molto tranquillo dove potervi fermare a leggere un libro nel Jardim do Principe Real, all’ombra del cedro-do-Buçaco, un albero secolare molto ampio che fa da ombrello e riparo per chi vuole sedersi sotto i suoi rami. Poco distante dal parco si trova il Museu Nacional de Historia natural e il suo parque Mayer. In questo quartiere si trovano tanti mercatini dell’antiquariato ma anche negozi alla moda.

Proseguiamo verso sud arrivando a Bairro Alto, passiamo dal Jardim e Miradouro Sao Pedro de Alcantara dove ci si può fermare per un aperitivo al gusto di pina colada e una vista sul parco de Restauradores. Passiamo davanti alla Chiesa di S. Roque e scendiamo in direzione Chiado, un quartiere ricco di movimento, dove il poeta portoghese Pessoa era solito fermarsi da ‘ A Brasileira ‘, storico cafè di Largo do Chiado in Rua Garret, qui troverete la famosa statua in bronzo dello scrittore di Lisbona.

Passeggiando tra una via e l’altra ci ritroviamo all’Elevador da Bica, una funicolare del 1800 che percorre una lunghissima via in salita, noi percorriamo tutta la via in discesa per andare al Time out Market situato nel Ribeira Market. Poco più in là, in Rua Nova do Carvalho si trova la “strada in rosa”, una via con il pavimento dipinto interamente di rosa, diventata un’attrazione turistica.

Il Cedro secolare

Ponte XXV de Abril:

Percorrendo questa opera in ferro battuto rosso ci si ritrova ad Almada, anche se è fuori dal centro città, è proprio qui che troverete una delle viste più belle di Lisbona. Raggiungiamo la statua del Cristo Rei, rimaniamo subito colpite dalla sua altezza, con una base di 75 m fatta di quattro pilastri e una statua di 23m che si dice guardi verso la sua gemella a Rio de Janeiro. É possibile prendere un ascensore all’interno della base, per salire in cima, al costo di 6€, oppure potete assistere ad una messa all’interno della cappella. Questo santuario ha un grande giardino di ulivi e delle terrazze panoramiche che guardano il fiume Tago, il Ponte xxv Abril e Lisbona. Da non perdere!

N.B: Il Cristo Rei si trova all’interno di una grande zona recintata, ed è proprio lì che potrete parcheggiare la vostra auto gratuitamente.

Ponte XXV Abril

Dove e cosa mangiare a Lisbona:

Una delle pietanze da provare assolutamente sono le frittelle di baccalà, o meglio pasteis de bacalhau, che diventerà il vostro pranzo/spuntino all’ordine del giorno; fate attenzione alle catene di frittelle che non sono di qualità, piuttosto vi consigliamo di andare in una Padaria o Pastelaria, dove troverete le vetrine colme di dolci e salati tipici portoghesi e a buon prezzo.

Per un pranzo veloce in zona Belém a base di bifana portoguesa, vi consigliamo Manjar Supremo street food, un food truck giallo stazionato di fronte al fiume, dove preparano panini imbottiti speciali a un prezzo molto competitivo(circa 4/5 € per un panino con carne fresca).

Se desiderate una cenetta a base di pesce, non potete perdervi le sarde alla griglia con patate, noi ne abbiamo assaggiate di deliziose al Time out market. In questo mercato potete trovare una vasta varietà di cibo, dal pesce fresco cucinato al momento, agli hamburger, fino al dolce; mentre di giorno viene aperta anche l’area adibita al mercato e show-cooking.

Se invece siete in cerca di un dolce sfizioso e ricco di crema, i pasteis de Nata fanno al caso vostro, li troverete in ogni pastelaria, ma quelli speciali li trovate da Pasteis de Belém, a 1,15€ l’uno; vi daranno una bustina di zucchero a velo e una di cannella per guarnire il vostro dolce.

Le Sarde!!

Dove alloggiare:

Noi abbiamo preso una stanza nell’hotel Portugal Boutique, in Rua Joao Das Regras, molto centrale e situato 5 minuti a piedi da Rua Augusta, con colazione inclusa. Il costo è di circa 74€ al giorno a coppia.

Se come noi siete muniti di macchina, potrete usufruire del parcheggio sotterraneo che si trova proprio accanto all’hotel Mundial (il nostro hotel fa parte della stessa catena di quest’ultimo).

La zona è comodissima per girare Lisbona a piedi o in tram. Le zone centrali dove alloggiare sono: Chiado, Rossio e Baixa, mentre se volete staccarvi dal centro consigliamo Bairro Alto. Lisbona si può girare tranquillamente a piedi, in 2/3 giorni riuscirete a visitare le attrazioni principali. È possibile usufruire del Lisbon Pass da 24h, 48h o 72h, a partire da 20€, acquistabile anche in hotel oppure online.

Clima:

Il clima tra fine settembre e fine ottobre(periodo in cui siamo state noi) è mite. Si può girare tranquillamente a maniche corte poiché di giorno ci sono circa 26 ° gradi, verso sera la temperatura inizia ad abbassarsi, quindi vi consigliamo di portarvi una felpa o un giubbinetto leggero.

La vista dal Cristo Rei

E voi, siete mai stati in questa bellissima città? Se si, cosa vi è piaciuto di più? Scrivetecelo nei commenti qua sotto!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *